24 mag 2014

Una Milano Straordinaria: Un Luigi qualunque e le folle in movimento

Una Milano Straordinaria prosegue il suo viaggio attraverso i mille volti di questa città e lo fa esplorandone le folle in movimento. Posiamo lo sguardo sulla quotidianità di chi sale su un treno, di chi attraversa una stazione e sui volti che ci stupiscono tra la folla. Scatti rubati a qualcuno, ad una città in costante fluire. 

Commenta le foto sul nostro Instagram e scrivici a info@mamaclean.it per proporci la tua Milano Straordinaria.





Di Luigi ci ha colpito il piglio, l’approccio mai invadente sulle cose, la ricerca delle mezze verità e mai delle certezze assolute. La stessa attitudine che lo porta a cercare una storia al di là della superficie sia che si tratti di uno dei suoi articoli, sia che si stia cimentando a scattare una foto. Con Luigi il feeling è stato immediato proprio per il suo sguardo curioso sulle folle in movimento in una città dagli imponenti monumenti.





Luigi si presenta così “Sono Luigi, Un Luigi Qualunque”. Il cognome diventa un segreto da quando ha lasciato casa per raggiungere Milano ormai più di quattro anni fa. 
E’ un ragazzo contradittorio perché, come dice lui stesso, “nato in una terra dove la contraddizione è la regola, dove la convivenza degli opposti, della bellezza e dell’inferno,  è la quotidianità.” Ama l’Italia ma certe volte vorrebbe avesse il collo per poterla un po’ strozzare.
Si è innamorato di Milano, dei vecchi tram con le panche di legno, della nebbia, dei monumentali edifici ottocenteschi e della genialità architettonica di quanto costruito nel trentennio 50-70 nel 1900. 

Guarda le fotografie di Luigi per #unamilanostraordinaria sul nostro account Instagram!

Nessun commento:

Posta un commento